Cerco un Centro di CONVENIENZA permanente.

Head-Prenotazioni.jpg

Una piccola villetta, come quella dove ho sempre abitato. Affacciarsi al balcone e vedere il mare. Tutto bianco e assolato, caldo e salato. Bianco, ovunque e comunque. Sempre immaginata così la mia casa, riempita di odori caldi e ricoperti di sale. Circondata da amore, di piccole cose.

E per una ragazza come me, che per legge dicono sia già in età da marito, pensare forse ad una casa così dovrebbe essere normale. Dovrebbe essere l’ora. E se invece si decide di trasferirsi all’altro capo della propria città natale, da dove si comincia?

Centro Convenienza eccolo che viene in soccorso dei sognatori di case nuove e realizzabili, ma realizzabili davvero. Questo ha una mandato particolare, vale a dire quello di creare così tantipunti in giro per il territorio italiano, per far sì che anche tutti i più piccoli sognatori di case ne possano avere una arredata ad hoc.

Ogni anno inaugura nuovi punti vendita in giro per lo stivale, e quest’oggi è la volta della bellissima Sardegna, a Sassari.

Questa, per l’azienda, è stata una scelta mirata. Una di quelle che CI CREDONO. Credono nei nostri territori e nella bellezza di questa isola amata da tutto il mondo ed a volte dimenticata da noi.

È proprio lì che in questi giorni si sta tenendo il Guinness World Record a Sassari dal 12 maggio ad oggi.

Il nuovo store è stato inaugurato giorno 11 richiamando in tutto e per tutto, con naturalezza, la beltà dei paesaggi sardi. Delle spiagge e della natura. Hanno utilizzato appunto dei piccoli light box con immagini di scorci meravigliosi e spiagge della costa settentrionale sarda. In più, bisogna dire, che la tradizione sarda si mescola bene con l’artigianato di cui Centro Convenienza vuole parlare.

Quindi un’inaugurazione ricca di mobili, natura e spettacoli totalmente gratuiti. Il primo in scena fu proprio quello dei Tazenda.

Ma siccome il cibo tira più di ogni altra cosa, la maratona è cominciato con la più grande arrustuta di sempre.  Per omaggiare Sassari e le pance dei “sardignoli” ecco che l’azienda rinomata ha organizzato una maratona culinaria con un’arrostica che dura da giorni e termina oggi.

Ci si prenotava, si decideva la fascia orario e si preparava la pancia a farsi da capanna. O da casa arredata, s’intende.
e poi come sottofondo tantissima musica, band locali e non e taaaanti sorrisi, sconti e card fedeltà.

Ma non finisce qui. In giro per la città chiunque può trovare Giochi Gonfiabili per i più piccoli, ovviamente gratuiti come tutto il resto e tutte le altre iniziative. un piccolo gioco calcio con tante partite e come premio un pallone ambitissimo ed anche Basket. Per non parlare ovviamente, poi, dei mercati rionali più pittoreschi sardi e delle loro bancarelle colorate.

  • KEYWORDS: Mondo Convenienza, La nostra forza è il prezzo, Arredamento, Mobili, Divani, Letti, Cucine, Tavoli e Sedie, Camerette, Soggiorni, arredo per la casa, musica, concerti, eventi serali, intrattenimento, Sassari, sardegna, apertura, happening

#mondoconv #mondoconvenienza #eventi #musica #divertimento #happening #concerti #sassari #divertimento #sardegna #guinnessworldrecord

http://l12.eu/mondoco-1474-au/8RTZNEOUF3P8FBIUSOQZ

 

Buzzoole

Annunci

Theblondecurly goes to RADIO ONE

Radio

Limiti. Margini. Piccole e grandi linee che delimitano l’oltre. Fin dove ti puoi spingere? Fin dove sei a prova di legge e nel giusto?

Cercare di trovare una finestra sul mare per dettare confini che in natura non esistono. Ecco. Se avessi fatto la maturità io, quest’anno, avrei scelto questo tema. Avrei pensato alle mie piccole mille foto al Faro di Mongerbino. O a questa. All’incredibile voglia bramante di tracciare dei limiti solo e soltanto per, alla fine, superarli.

Avere il timore di farlo ed il terrore di andare avanti, ma quell’incredibile voglia che dentro ti rimanda alle urla di tua madre e alle liti con le tue amiche di una vita. E tradimenti, subiti ed effettuati. Ecco. I limiti li hai superati. Non sapendo neanche che lo stavi facendo. Il limite te lo imponi tu, solo forse per dirti alla fine che sei stata brava nel raggirarlo e superarlo.

E superare un limite è inaspettato, perché anche se sai che lo stai facendo lo fai lo stesso. E l’adrenalina è peggio di quella che hai provato guardando Grey’s Anatomy con Meredith attaccata ad una bomba.

Ed io ho avuto una scarica di adrenalina qualche giorno fa, immensa.

“Mari, prova le cuffie. Vediamo come ti stanno!” E tre, due, uno, SIAMO IN ONDA. RadioOne, Bagheria. Sesto piano di un palazzo che ho sempre visto, fin da piccola, e che mai avrei pensato potesse darmi delle emozioni. A parte i parcheggi nella sua parte antistante, quello ovvio.   Si radio, avete capito tutti bene. RADIO.

Incredula, impacciata, come direbbe qualcuno qui a Palermo anche “intamata”. Ed invece, dopo i primi due minuti ecco che c’ero solo io, il microfono, Lino Campagna che con la sua professionalità mi ha tranquillizzata, aiutata e spronata. E davanti Aldo Campo che mi continuava a consigliare di avvicinare quel cavolo di microfono alla bocca. Ma si sa, io quando comincio a parlare, poco penso al resto. Mica riflettevo del fatto che chissà quanti mi stavano ascoltando. Ah, ed ero pure in diretta Facebook! Poco prima donna alla fine #theblondecurly.

E sono uscita da lì, dopo un’ora di diretta, sorpresa. Sorpresa di aver superato nuovi confini. Sorpresa di non aver temuto le derisioni. Felice di aver parlato di cose improvvisate, come faccio con un’amica o un collega, a cui ripeto dell’istamina e dell’artrite. Un po’ casa.

Consapevole del fatto che non ci voglia coraggio. Ci vuole credere in se stessi e smettere di pensare. Credere che i limiti siano solo stupide convenzioni dettate dalla società che ci sta mangiando il fegato e che esistono confini che vale la pena oltrepassare. Perché tutta la paura vale la vista che ci sarà dopo.

Quindi, GRAZIE.

A loro, tutta RadioOne che mi ha invitata e fatta sentire un po’ a casa facendomi fare un qualcosa che mai avrei creduto di poter fare. (Che sia in grado di farlo è ancora da vedere.)

A Bagheria che mi da’ ancora la speranza che qualcosa, qui, può cambiare. Che i giovani davvero possono fare tanto.

 E a me, che dei confini me ne faccio sempre proprio un baffo. E sono Felice così.

RadioOne theblondecurly

RadioOne

FullSizeRender(4).jpg

Radio Snap.JPG

Radio One
Studi Radiofonici – Via Dante, 79 – Bagheria
Tel. e Fax 091/961841

Whatsapp : 366.36.56.666

SMS : 366.36.56.666

http://www.radioone.it/

Ascolta RADIO ONE 96.3 – 96.6 FM